A.M.M.I., presente alla Giornata Mondiale del Rifugiato a Torino. Tutti gli appuntamenti della giornata

facebooktwittergoogle_pluspinterestmailby feather

 

L’Associazione Multietnica dei Mediatori Interculturali (A.M.M.I.) sarà presente domani, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Corso Galileo Ferraris 266, a Torino.

Insieme a noi, allo stand di presentazione delle attività A.M.M.I., saranno presenti anche gli ospiti della nostra struttura straordinaria di accoglienza (C.A.S.). Di  provenienze diverse (dal Pakistan fino al Mali o Nigeria), i ragazzi verranno vestiti tradizionalmente e saranno pronti a condividere le loro storie e gli elementi specifici del proprio paese.

In parallelo, il nostro gruppo di ragazze nigeriane faranno i dreads (le treccine africane) a quellu interessati di sperimentare o di cambiare il proprio look.

Il nostro programma inizierà alle ore 17.30.

IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA GIORNATA

ore 10.00 / 15.00  - AlmaTerra Porte Aperte”

Laboratori di lingue,  manualità, benessere e cucina  gestiti  da donne rifugiate  e pranzo  condiviso

Centro  Interculturale delle Donne ALMA MATER

via Norberto Rosa 13/a – tel. 011 2467002

ore 10.00 / 16.00 - “Sermig Porte Aperte”

SERMIG Arsenale della Pace  - piazza Borgo Dora 61 – tel. 011 4368566

 ore 17.30 – presentazione delle attività Associazione Multietnica dei Mediatori Interculturali (A.M.M.I.)

ore 18.00  - Incontro aperto  alla cittadinanza  con le famiglie  ospitanti del progetto  “Accoglienza  in Famiglia/Rifugio Diffuso”

Ufficio per  la Pastorale dei Migranti (UPM) – via San G. Cottolengo 22 tel. 011 2462092

ore 19.30  - Dimostrazione finale  dei Laboratori realizzati  nell’ambito del Progetto  Melting Pot a cura della  Fondazione  Teatro Ragazzi e Giovani Onlus e del Centro Interculturale della Città di Torino

Ritratti

Dimostrazione finale  del  Laboratorio Teatrale  a  cura  di Francesca Guglielmino,  Irene  Salza  (Compagnia  Onda Teatro)  e Alberto  Valente (Compagnia  Urzene)

In scena un gruppo  di persone provenienti da Cina, Nigeria, Mali, Costa D’Avorio, Siria, Senegal, Pakistan disegna il ritratto del tempo  presente, tracciando le linee del passato e immaginando il volto del futuro.

Il Corpo Parla

Dimostrazione  finale  del  Laboratorio  di  Danza   Terapia   a  cura   di Adriana Ricci Horta

Una performance per dare  voce ai vissuti personali, la nostalgia delle origini e le speranze per  il futuro,  che  emergono attraverso l’espres- sione  corporea, la danza  e la musica delle diverse  tradizioni culturali.

ore  21.20  - Piatti dal mondoa cura dei cuochi rifugiati di “Mondi a Tavola”

ore 22.00 - “Dal Senegal al Salento  - Bato Trio e la Mom Orchestra” A cura  della Fondazione Dravelli

Danze  e  percussioni del  Senegal a  cui  risponderanno i gesti  delle danze  popolari  del Sud Italia.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

 

Ana Ciuban

 

 

Numero di visite per questo post: 476

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

  • Facebook