Bardonecchia: Servono più Mediatori Interculturali

Nuovi Mediatori Interculturali richiesti in Alta-Valle di Susa. Questa la notizia uscita sui media locali nel corso della settimana scorsa. “Il Comune di Bardonecchia insieme a Re.Co.Sol, la Rete del Comuni solidali, sta cercando altri traduttori o mediatori culturali che possano operare a Oulx nel pulmino messo a disposizione della ong Rainbow4Africa.”- ha dichiarato il sindaco Francesco Avato. 

Oltre il clamore mediatico

Il Centro di informazione e servizi per migranti della Stazione di Bardonecchia è balzato sulle prime pagine dei media nazionali per pochi giorni. Giusto il tempo di smaltire l’effetto politico – mediatico dell’incursione “muscolosa” dei doganieri francesi, che oltre il clamore mediatico ha creato anche un incidente diplomatico.

Poco a poco le cose rientrano nell’ordine e il Centro torna a lavorare nella quiete e l’anonimato in cui ha sempre operato sin dalla sua apertura a fine 2017. Ma con l’arrivo della bella stagione, si aspetta un aumento notevole dei migranti diretti verso la Francia, via i sentieri degli Alpi . Il comune e le Ong coinvolte nel progetto prevedono la necessità di arruolare nuovi Mediatori Interculturali.

Un po’ di Storia

I grandi raggruppamenti di candidati alla migrazione verso la francia si erano formati a Ventimiglia già dai primi arrivi con l’ormai lontana “emergenza Nord Africa” e sono proseguiti nel tempo, con formazione di campi provvisori che poi sono diventati a lungo termine.  Ma l’intransigenza delle guardie frontiere francesi sulla riviera hanno portato progressivamente i migranti a seguire vari sentieri di montagna. Sono vecchi sentieri una volta usati dai contrabbandieri e dai migranti irregolari italiani diretti verso i paesi ricchi del Nord Europa.

Poco a poco il flusso dei migranti si è spostato dalla Costa verso le zone di montagna, e a Bardonecchia, città frontaliera delle Alpi Cozie.  (Leggere qui il racconto delle traversate).

Il punto informativo

Lo staff del punto informativo di Bardonecchia, insieme alle autorità locali. Foto: ValsuaOggi.

Aperto dalla Ong Rainbow4Africa in collaborazione diretta con la Prefettura di Torino, il Comune di Bardonecchia e la Rete dei Comuni solidali (Re.Co.Sol.), il punto informativo si trova proprio dentro la stazione di Bardonecchia, aperto nel dicembre del 2017, è stato ottenuto grazie a un accordo tra prefettura, Comune di Bardonecchia e Rete Ferroviaria Italiana. Il centro funziona molto bene, offre un prezioso servizio ai migranti e previene problematiche con la cittadinanza e con le forze dell’ordine. (Vedi il racconto di Valsusa Oggi)

Il ruolo chiave dei Mediatori Interculturali

Nel punto informativo operano due Mediatori Interculturali. Si chiamano Moussa Kalil e Roland Djomeni. Intercettano i migranti in città o sui binari e stabiliscono il contatto. Oltre a cibo, vestiti, cure mediche, il punto offre anche informazioni preziose. Si valutano le possibilità di migrazione in via legale, si informa dei pericoli che serba la montagna, dei controlli sistematici e rigidi delle frontiere francesi e dei rischi di perdita dello status di richiedenti asilo nel tentare la via irregolare. 

Il Prefetto di Torino, Renato Saccone che è stato a Bardonecchia dopo l’incidente con i doganieri francesi, ha confermato l’assoluta efficienza del servizio e ha ringraziato i due mediatori interculturali insieme al medico Maria Carola Martino di Rainbow4Africa.

Previsti aumenti dei flussi, servono rinforzi

«Con il miglioramento delle condizioni meteorologiche diventerà fondamentale informare i migranti dei rischi giuridici del passaggio della frontiera – continua il primo cittadino -. I richiedenti  asilo, se fuoriescono dal percorso di richiesta e arrivano in Francia perdono tutto e rischiano di diventare dei sans papier. Questo tipo di informazione dovrà essere implementata». Dice il sindaco Avato alla redazione di Metro.

Per prepararsi all’aumento dei transiti durante la stagione calda, il comune e le organizzazioni coinvolte nel progetto vogliono consolidare la presenza di Mediatori Interculturali e traduttori sia nel punto informativo della stazione, sia a livello del pulmino di Rainbow4Africa nella località di Oulx.

Contatti:

Rainbow4Africa:  tel e fax 011-4277304  mail@rainbow4africa.org

Comune di Bardonecchia: Servizio Affari genrali e servizi alla persona:

tel: 0122.909911- 0122.909921 – 22 – 23 Fax:   0122.96084

Mail: areasocioassistenziale@bardonecchia.it

Re.Co.Sol.:    coordinamento@comunisolidali.org  Tel: 0122.48934 – 011.9724245

 

 

Numero di visite per questo post: 1057

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Facebook