BATTESIMO nel nostro C.A.S. di Mezzenile. 11 bambini dei nostri ospiti, diventati “figli di Dio” nella Chiesa San Martino Vescovo

facebooktwittergoogle_pluspinterestmailby feather

Evento speciale domenica scorsa presso la Parrocchia San Martino Vescovo di Mezzenile. Il centro di accoglienza straordinaria (C.A.S)  “Casa delle Immacolatine”, gestito dalla nostra Associazione Multietnica dei Mediatori Interculturali (A.M.M.I.), ha celebrato il battesimo degli undici bambini nati negli ultimi mesi nel centro.

Destiny, Italy Chikasom, Christen, Estere, Elisabeth, Princess, Soses, Treasure, Tresort, Ange e Annabelle sono gli undici bambini di nazionalità nigeriana, camenrunense e ghanese, protagonisti del grande evento nel cuore della Valle di Lanzo. Tutti loro hanno avuto madrine e padrini italiani, provenienti dalla comunità locale.

La cerimonia religiosa in chiesa ha iniziato con il Vangelo secondo Matteo, letto in tre lingue: italiano, inglese e francese e ha continuato con una bella riflessione sulla felicità, tema proposto da Sylvie, mediatrice interculturale camerunense:

“Gesù ci mostra come essere felici adesso e qui  sulla Terra, non nel Paradiso: non desiderando la richezza, ma essere poveri nello spirito e condividere tutto con gli altri. Se pensiamo agli altri e amiamo gli altri, amiamo noi stessi e diventiamo felici”, ha spiegato Sylvie.

 

 

Dopo il rito del battesimo, il prete ha consegnato ai bambini la veste bianca, segno della nuova vita, e ha invitato i padrini e i genitori a accendere le candele dalla fiamma del Cero pasquale, perché i bambini si illuminino con la fede.

Subito dopo la registrazione dei battezzati, la cerimonia in chiesa si è conclusa con un momento di danza africana tradizionale, preparato dai genitori dei bambini battezzati.

La festa è continuata nel nostro centro di accoglienza straordinaria “Casa delle Immacolatine”, dove i nostri ospiti hanno preparato dei piatti tipici dai loro paesi di provenienza e ci hanno invitato a ballare sulla musica dei CoroMoro, il gruppo musicale di giovani richiedenti asilo che hanno cantato in dialetto piemontese.

Hanno tra i 21 e 30 anni, sono coordinati da Flavio Giacchero, Luca Baraldo e Laura Castelli e vengono da diversi paesi africani: Gambia, Senegal, Mali e Costa D’Avorio.

“Siamo molto contenti di essere qui con l’asscociazione Morus Onlus per festeggiare il battesimo degli unidici bambini del centro”, hanno detto Maurice, Seiku, Kassim, Aliou, Ken, Omar e Makan, i membri del gruppo CoroMoro.

 

La festa del battesimo di Mezzenile è stata possibile grazie al contributo dell’intera comunità locale, a partire dal sindaco, al prete che ha preparato i genitori per il rito del battesimo e fino alle suore della “Casa delle Immacolatine”, affiancate dagli operatori e dai mediatori interculturali attivi all’interno del nostro C.A.S.

Ana Ciuban

 

Numero di visite per questo post: 1479

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

  • Facebook