Centro San Liborio: nuovo punto di aggregazione giovanile torinese

Il Centro San Liborio, nuovissimo centro di aggregazione giovanile in zona quadrilatero, è stato inaugurato il 27 Settembre, durante la Settimana Europea della Cultura.

Oltre ad essere un luogo di incontro per giovani il Centro offre diversi servizi; è possibile prendere un libro con il bookcrossing, consultare la bibliomediateca, partecipare ai tanti corsi che si terranno, ma soprattutto sarà possibile stampare in 3D e sperimentare nuove tecnologie all’interno del laboratorio FabLab Pavone. Il laboratorio , da considerarsi come una “bottega artigianale digitale”, mette a disposizione le proprie attrezzature ai fini di promuovere lavoro manuale, creatività e auto-imprenditoria giovanile.

Il progetto è ideato dall’Associazione Sicurezza e Lavoro, in collaborazione con numerose altre associazioni tra cui l’A.M.M.I. Il Centro prevede infatti l’intervento della mediazione interculturale, servizio sempre più necessario in svariati ambiti. A questo proposito afferma il Presidente dell’A.M.M.I. Blenti Shehaj “Abbiamo partecipato al bando e sostenuto l’idea dell’Associazione Sicurezza e Lavoro per quanto riguarda il progetto del Centro San Liborio con l’intento di offrire nuovi servizi di mediazione interculturale rivolti al territorio, mettendoci in rete con tutte le altre associazioni che la gestiscono.  Per noi dell’AMMI, lo spazio rappresenta anche un luogo fisico dove dare vita a nuove attività come il sostegno linguistico agli immigrati bisognosi di inserirsi sul territorio,  il sostegno scolastico ed extrascolastico per i ragazzi non italiani della scuola italiana,  lo svolgere delle attività a favore dei nostri soci  mediatori interculturali attraverso le quali aggiornarsi, formarsi e progettare interventi sul territorio.”

Un progetto ideato e gestito dall’associazione Sicurezza e Lavoro, in collaborazione con numerose altre realtà: Acrisis, Associazione Multietnica dei Mediatori Interculturali (AMMI), Associazione Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale (ANFFAS), Piemonte Movie, Art@mia, Legami d’Acciaio, Quintiliano, Rosa dei 20, Teatro Carillon, Scuola carceraria “G. Plana” presso il carcere “Lorusso e Cutugno” di Torino, Edisu, Engim Piemonte Artigianelli, Liquid Gate Studio, Thealtro, Bike Pride, ecc.

Il Centro  sarà aperto al pubblico dal 29 Settembre, dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00, in via Bellezia 19.

Numero di visite per questo post: 1712

Rispondi

  • Facebook
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: