Introduzione alla psicologia transculturale

Percorso  di 9 incontri di formazione congiunta tra mediatori e psicologi che si terranno tra 20 febbraio e 9 maggio 2015 presso la sede dell’associazione Psicologi nel Mondo in corso Corso Unione Sovietica 220/d a Torino 

Marie Rose Moro è una psichiatra per bambini e ragazzi ed una psicoanalista. E’ anche una scrittrice, leader dell'etnopsichiatria e psichiatria transculturale in Francia

Nella foto: Marie Rose Moro. La sua scuola di pensiero e un punto di riferimento dell’etnopsichiatria e psichiatria transculturale in Francia

Questa proposta di formazione per Mediatori Culturali è frutto dell’incontro tra l’Associazione Psicologi nel Mondo Torino e l’associazione A.M.M.I. ed è stata pensata per i mediatori culturali interessati ad approfondire la loro formazione nel lavoro con i richiedenti asilo e rifugiati politici nell’ambito della salute mentale.

Il supporto psicologico per richiedenti asilo e rifugiati è un’emergenza crescente, che richiede al settore dell’accoglienza sempre maggiore presenza e professionalità.
Il mediatore culturale occupa un ruolo cruciale nella relazione paziente-terapeuta, aiutando entrambi a creare quel legame di comprensione e fiducia fondamentali per il miglioramento della persona che chiede supporto.
Per questa ragione riteniamo che offrire un’opportunità di formazione GRATUITA, dovesse essere una priorità nell’ambito delle azioni delle due associazioni per il 2015.

Obiettivi
• Creare uno spazio di riflessione e discussione sulle problematiche psicologiche e psico-sociali connesse alla migrazione e alle relazioni tra diverse culture.
• Presentare un approccio al lavoro con i migranti che si rifà alla psicologia transculturale della scuola francese di M.R. Moro e della sua équipe.
• Approfondire aspetti del disagio psicologico nella migrazione forzata, alla luce di esperienze significative italiane ed europee.
• Riflettere insieme sulla relazione: terapeuta-paziente/persona-mediatore culturale
• Definire insieme le modalità di lavoro e le regole della comunicazione a tre.
• Prendersi cura di chi si prende cura: l’effetto del lavoro con i richiedenti asilo e rifugiati sul terapeuta e il mediatore culturale stesso.

Metodologia

Il percorso comprende 9 inconti di formazione e si svolge su due livelli, un operto al pubblico e uno dedicato ai soli Mediatori Culturali:
I livello: 3 moduli di approfondimento tenuti da esperti italiani e stranieri, nell’ambito della psicologia transculturale. I moduli, composti da 2 incontri ognuno, sono aperti a tutte le figure professionali interessate al lavoro con i migranti.
II livello: 3 seminari di approfondimento esclusivi per i mediatori culturali. Nel corso di questi 3 seminari verranno ripresi ed appronfonditi i temi emersi durante gli incontri aperti al pubblico, alla luce della relazione terapeuta – mediatore culturale – persona.

Programma

I MODULO
20 febbraio 17-20 – Bisogni psicologici dei richiedenti asilo e metodologie di lavoro A. M. Bastianini, M.Dolcimascolo, A. Mela
21 febbraio 9-17  – La psicologia “occidentale” e le rappresentazioni tradizionali della malattia e della cura M.L. Cattaneo

Seminario Riservato ai Mediatori Culturali:
7 Marzo 9.30 – 12.30 – La relazione Terapeuta-Mediatore – A  cura di Psicologi Nel Mondo

II MODULO
20 Marzo 17-20 – Metodologie e strumenti di lavoro di gruppo e di comunità  A. M. Bastianini, E. Chicco, L. Ortuso
21 Marzo 9-17 – La mediazione dei conflitti in contesti di migrazione  A. Quattrocolo

Seminario Riservato ai Mediatori Culturali:
11 Aprile 9.30 – 12.30 – La funzione della narrazione-  a cura di Psicologi Nel Mondo

III MODULO

24 Aprile 17-20 –  Metodologie e strumenti di lavoro clinico S.Corrente, G.Micene, L.Giachero
25 Aprile 9-17 – Fattori traumatici collegati alla esperienza della migrazione forzata e modalità di intervento Th. Baubet

Seminario Riservato ai Mediatori Culturali:
9 Maggio 9.30 – 12.30 – Come presentare il ruolo dello psicologo e il lavoro psicologico a persone di altre culture?  Psicologi Nel Mondo

Criteri
• Il percorso è aperto ad un massimo di 12 mediatori culturali stranieri
• La frequenza è gratuita esclusivamente per coloro che ci si impegnano a frequentare l’intero percorso di formazione.
• Al termine del percorso verrà rilasciato un attestato di frequenza, per coloro che
avranno frequentato almeno l’80% degli incontri
• I Mediatori A.M.M.I interessati a frequentare solo i moduli aperti al pubblico (livello I) potranno usufruire di una tariffa agevolata del 50% al pari dei soci di Psicologi Nel Mondo-Torino
Al termine del percorso ai mediatori verrà rilasciato un attestato di frequenza

Come Iscriversi?
Compilare la Scheda di Iscrizione  e mandare in allegato via email all’indirizzo: formazione.pmt@gmail.com

Per info telefoniche:
Giorgia Micene
tel. 327 0733589

Formatori
A. M. Bastianini psicologa psicoterapeuta, istituto Adler Torino.
Th.Baubet psichiatra, responsabile del servizio di Psicologia presso l’Hopital Avicenne (Bobigny), dove conduce il gruppo terapeutico sul trauma. Fa parte dell’équipe di M. R. Moro ed è consulente di Médecins sans frontières.
M. L. Cattaneo psicologa psicoterapeuta. Responsabile dei Servizi di Clinica Transculturale per le famiglie migranti della Cooperativa sociale multiculturale Crinali di Milano.
E. Chicco psicologa psicoterapeuta, presidente di Psicologi nel Mondo – Torino.
S. Corrente psicologa psicoterapeuta.
M. Dolcimascolo psicologa psicoterapeuta, Istituto Adler Torino.
L. Giachero psicologo psicoterapeuta, ha operato nei progetti Emergenza Nord Africa.
A. Mela sociologo, docente di Sociologia dell’Ambiente e del Territorio presso il Politecnico di Torino.
G. Micene psicologa psicoterapeuta, ha lavorato con Medici Senza Frontiere in Africa e in Asia.
L. Ortuso psicologa psicoterapeuta, esperta in teatro di comunità in ambito multiculturale.
A. Quattrocolo presidente dell’Associazione Me.dia.re che si occupa di mediazione familiare e di conflitti e di sostegno psicologico.

PSICOLOGI NEL MONDO – TORINO
www.psicologimondotorino.it
Associazione di volontariato professionale, aderente alla federazione nazionale di Psicologi per i Popoli. Si occupa di cooperazione internazionale (in Salvador e Messico), di formazione in ambito transculturale e di psicologia di comunità, di- sostegno psicologico a migranti, rifugiati e ri- chiedenti asilo – adulti e minori – nell’area torinese.

A.M.M.I ASSOCIAZIONE MULTIETNICA DEI MEDIATORI INTERCULTURALI
www.mediatoreinterculturale.it
A.M.M.I. nasce nel 2005 su iniziativa di un gruppo di mediatori interculturali di diverse province del Piemonte. Unendo le loro esperienze, competenze e percorsi di vita, hanno creato un team di lavoro che vede presenti tutte le etnie residenti sul territorio regionale e che si pone come obiettivo chiave l’apertura di nuovi spazi di impiego per la mediazione interculturale. L’associazione ha lo scopo di favorire, facilitare, aiutare e promuovere l’interazione e l’inserimento dei migranti nel territorio, tramite il servizio di mediazione interculturale (intesa come accompagnamento, interpretariato, facilitazione nei rapporti che il migrante ha con i soggetti pubblici, privati e i cittadini nativi).

Numero di visite per questo post: 19910

Rispondi

  • Facebook
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: