Mediazione interculturale nelle Regioni d’Italia: 2. La Sardegna

La Regione Sardegna ha messo in atto vari programmi di inclusione sociale per gli immigrati e per regolare la gestione di quello che la norma regionale chiama “flussi migratori non programmati”. Ma rimane in qualche modo in ritardo rispetto alla gestione e la definizione del ruolo e della figura del Mediatore Interculturale. 

Mappa della Sardegna. Fonte: Wikimedia.

Norme di riferimento  e Percorsi formativi 

La Sardegna, per ora, non dispone di una normativa specifica che definisca la figura e il profilo professionale del Mediatore Interculturale. Così come non è normato né definito il percorso formativo per l’ottenimento della qualifica.  (1) 

Contesti operativi del mediatore interculturale

Nelle linee guida triennali per l’immigrazione (D.G.R. n. 43-9/2006 ) si sostiene che “la figura dei mediatori culturali e linguistici stranieri (é) fondamentale nel processo d’inserimento degli immigrati nella società isolana”  e per questo ” Si rende necessario articolare la professionalizzazione e la formazione e definire meglio (tale) figura”.

Inoltre il piano “promuove interventi di formazione dei formatori e delle figure dei mediatori linguistico-culturali, quali agenti facilitatori del percorso di integrazione in campo assistenziale, lavorativo, scolastico, sanitario, in quanto indispensabile supporto per la risoluzione dei conflitti interculturali”. Tali linee guida sono ribadite dal Piano Annuale per l’Immigrazione 2011(D.G.R. n. 31-9/2011). (1)

Percorsi universitari dedicati alla mediazione interculturale

Presso l’Università di Cagliari è attivo il corso di laurea triennale Lingue per la mediazione linguistica e all’Università di Sassari è attivo un altro corso di laurea in Mediazione Linguistica e Culturale.” (1)

Intervista all’Assessore Regionale  Filippo Spanu

Assessore Filippo Spanu

Per parlare delle politiche di inclusione in generale, e della Mediazione interculturale in particolare, in Sardegna, abbiamo sentito l’Assessore regionale degli Affari generali, Filippo Spanu, che si è reso ultimamente protagonista di varie uscite pubbliche sia per presentare il piano, sia per sensibilizzare sui temi delle politiche di accoglienza e di integrazioneAndare all’intervista. 

Intervista a Ali Cissé, Mediatore Interculturale a Olbia.

Ali Cissé è un Mediatore Interculturale di origine senegalese che vive in Sardegna dal 1995 a Olbia, ed è cofondatore dell’associazione Laboratorio Interculturale per l’integrazione di Olbia. Nel settore della mediazione interculturale è uno dei più attivi in città, che lavora per l’integrazione degli stranieri e in particolare per i richiedenti asilo.  Andare all’intervista.

 

 

Note:

(1). Fonte principale pagina Mediazione Interculturale in Sardegna del portale www.integrazione.gov.

(2) Associazionismo, progetti e notizie: Stranieri in Sardegna

 

 

Numero di visite per questo post: 133

Rispondi

  • Facebook
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: