Negozi aperti di notte a Torino per il Ramadan

Fino all´11 ottobre la deroga nei quartieri con la maggior presenza di extracomunitari. Il Ramadan allunga gli orari delle kebabberie di San Salvario e Porta Palazzo. Palazzo Civico, per venire incontro ai cittadini di religione islamica, ha deciso di consentire ai negozi e alle attività artigianali che vendono prodotti alimentari di stare aperti fino a mezzanotte. Da oggi e fino all´undici ottobre chi vuole potrà tenere le serrande alzate fino a tardi nelle due zone della città con la maggior presenza di stranieri. È probabile che ad approfittare della deroga saranno soprattutto i titolari di negozi che vendono cibi etnici, come le kebabberie, o le pizzerie al taglio. La zona di Porta Palazzo è quella delimitata da via Cigna, lungo Dora Agrigento, lungo Dora Savona, via Priocca, piazza della Repubblica e corso Regina Margherita. In San Salvario serrande alzate nel quadrilatero compreso tra corso Vittorio Emanuele, via Nizza, corso Marconi e corso Massimo D´Azeglio. «Come amministrazione ci sembra corretto dare la possibilità alle persone di religione islamica, che per un mese non possono consumare cibo e bevande dall´alba al tramonto, di avere a disposizione fino a notte le abituali attività commerciali», dice l´assessore al Commercio Alessandro Altamura.
L´unico rischio è che inizino a piovere le lamentele dei residenti. Il Comune aveva deciso di limitare proprio gli orari delle kebaberie per evitare che diventassero punti di ritrovo per decine di stranieri, soprattutto in zone calde come a San Salvario. Si tratta però di un intervento temporaneo dettato dal Ramadan. Fra meno di un mese i titolari dovranno riabbassare la saracinesca entro le ventidue, senza deroghe.

Da Diego Longhin per Espresso Locale Repubblica

Numero di visite per questo post: 1042

Rispondi

  • Facebook
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: