ASSOCIAZIONE MULTIETNICA DEI MEDIATORI INTERCULTURALI (A.M.M.I.)

A.M.M.I.  nasce nel 2005 su iniziativa di un gruppo di mediatori interculturali di diverse province del Piemonte. Unendo le loro esperienze, competenze e percorsi di vita, hanno creato un team di lavoro che vede presenti tutte le etnie residenti sul territorio regionale e che si pone come obiettivo chiave l’apertura di nuovi spazi di impiego per la mediazione interculturale.

L’associazione ha lo scopo di favorire, facilitare, aiutare e promuovere l’interazione e l’inserimento dei migranti nel territorio, tramite il servizio di mediazione interculturale (intesa come accompagnamento, interpretariato, facilitazione nei rapporti che il migrante ha con i soggetti  pubblici,  privati e i cittadini nativi).

 L’attività dell’Associazione si articola nelle seguenti  aree d’intervento:

  • accoglienza richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale
  • politiche di inclusione dei rom, sinti e camminanti
  • educativo-scolastica
  • socio-assistenziale
  • formativa
  • sanitaria
  • giuridico-amministrativa
  • lavorativa
  • cooperazione internazionale
  • rappresentanza sindacale
  • minori stranieri non accompagnati
  • vittime della tratta
  • sostegno a occupazione
  • previdenza sociale
  • dialogo interreligioso

L’Associazione promuove:

  • l’inserimento della figura in nuovi ambiti professionali
  • la collaborazione con altre associazioni ed enti
  • La creazione di servizi di sostegno sociale e di accoglienza per favorire un inserimento proficuo dei migranti e delle loro famiglie nella società di accoglienza
  • L’educazione allo sviluppo sostenibile, alla pace, all’interculturalità e all’antirazzismo
  • L’attività di formazione a tutti i livelli (universitari, scolastici, professionali, ecc.)
  • Lo studio e la progettazione per la realizzazione di programmi di cooperazione internazionale
  • La partecipazione  e  la promozione dell’aiuto, della  solidarietà, della  fratellanza fra i popoli, finalizzata alla realizzazione di progetti di sviluppo
  • La valorizzazione dell’espressione del pensiero e della produzione culturale dei cittadini stranieri
  • L’informazione e la ricerca sui temi dell’integrazione

Gli associati

Possono essere soci tutte le persone fisiche che condividono gli scopi e gli obiettivi dell’Associazione e le persone giuridiche interessate all’attività dell’Associazione stessa e che aderiscono agli scopi associativi (associazioni, istituzioni pubbliche o private, gli enti di qualsiasi natura).

Ammissione dei soci

Si diventa soci presentando domanda di ammissione scritta, sostenuta da almeno due soci aventi diritto di voto, all’esame dell’Assemblea la quale con propria delibera la accoglie o la respinge. La domanda può essere inviata al seguente indirizzo e-mail: direttivo@mediatoreinterculturale.it