Oblò Ucraina su ImmigrazioneOggi

ImmigrazioneOggi – Ucraina: letteralmente “zona di confine”, terra tra il Mar Baltico e il Mar Nero, tra l’Europa e l’Asia; come tutte le zone di confine, Paese dal passato travagliato e ancora oggi, nonostante la proclamazione dell’indipendenza dall’Unione Sovietica nel ’91, caratterizzato da una forte incertezza politica ed economica.

Una posizione geografica, quella dell’Ucraina, che spiega anche i suoi flussi migratori.

Ogni anno 15mila lavoratori lasciano il Paese: quelli delle regioni orientali, perlopiù ortodossi e filorussi, emigrano verso Est, quelli delle zone occidentali, greco-cattolici, verso Ovest.

In Italia arrivano soprattutto donne, altamente qualificate ma che trovano lavoro come badanti o colf; non mancano, purtroppo, casi di vittime di tratta e di sfruttamento della prostituzione. L’alta concentrazione territoriale, prevalentemente nelle aree centro-meridionali della Penisola, è un’altra caratteristica della comunità ucraina in Italia.

Ma perché gli ucraini, soprattutto le donne, scelgono l’Italia? E perché principalmente la Campania e il Lazio? Quali sono i modi che utilizzano per tenere vive la cultura e le tradizioni della madrepatria? Quali difficoltà incontrano le badanti? Ci sono sviluppi per il riconoscimento dei loro titoli di studio?

Queste e molte altre domande sono state poste da ImmigrazioneOggi per la rubrica “Oblò” a Pietro Giovanni Donnici- Ambasciatore d’Italia in Ucraina; Heorhii Cherniavskiy , Ambasciatore d’Ucraina in Italia; Tetyana Kuzyk – Consigliere Aggiunto nel Consiglio Comunale di Roma; Maria Marta Farfan del patronato Inas Cisl; Teresa Benvenuto – segretario nazionale Assindatcolf; Luca di Sciullo – ricercatore del Dossier statistico immigrazione della Caritas; Oles Horodetskyy- Presidente dell’Associazione cristiana degli ucraini in Italia; Olga Tarasyuk- Presidente dell’Associazione culturale italo-ucraina “Kalena”; Mario Tronca- Presidente dell’Associazione culturale cristiana italo-ucraina; Olga Yezerska- medico; famiglia Zubko- musicisti; Demchenko Serhiy- pugile; Svitlana Ivanikhina- artigiana.

“Oblò Ucraina”, in onda dal 24 aprile su www.immigrazioneoggi.it , è articolato in due parti. Nella prima parte è possibile visionare il filmato che raccoglie i passaggi salienti delle interviste. Nella seconda parte sono disponibili i filmati delle singole interviste nella versione integrale.


Numero di visite per questo post: 2312

Ultimi commenti
  1. Daryna

    Dear readers,

    I’m writing on behalf of many Ukrainians who do not want to move to your country, but only to visit, to see your beautiful places. Please try to understand that not every Ukrainian lady wants to immigrate to Italy! This is not true. Many of us are intelligent, independent, have good jobs, have patriotic souls and are happy living in our country.
    The Italian embassy causes too much troubles for us to get a visa. This is a violation of our right to see the world around! This is not fare! Do not consider yourselves to be the masters of Universe, but better appreciate our spending money at your resorts!

    Daryna

  2. Christin

    Dear Daryna,

    I read your comment about to immigrate in Italy and I am agree with you. I am German and I live in Italy but I live this opinion of many Italians every day that they feel almost too proud of their nationality so that the other nations are not considered as equally.
    Moreover they still have old prejudices, for example of Germans, that I could get angry listening to it.
    All in all I think for most of people Italy is a beatiful country but difficult to live in because of intolerance of some Italian people.

  3. Virgilio Immigrazione

    VIRGILIO IMMIGRAZIONE OFFRE UN NUOVO SERVIZIO PER LA REGOLARIZZAZIONE DI BADANTI E COLF 2009

    Il servizio consente di affidare la propria domanda di regolarizzazione ad un professionista senza perdere giorni di lavoro o di ferie in spostamenti.

    Come funziona?

    L’utente fornisce i dati necessari compilando un modulo su

    http://www.virgilioimmigrazione.it.

    I dati sono poi elaborati da Virgilio Immigrazione, che prepara l’istanza e la spedisce per lui.
    Chi lo può fare? Chiunque può accedere al servizio: basta un normale pc, anche quello di un amico o di un call center, ed il programma di navigazione già presente sul computer.
    Non c’è bisogno d’installare o scaricare alcun software aggiuntivo.
    Il servizio è accessibile ai professionisti? Gli studi professionali, i commercialisti, gli avvocati possono affidare a Virgilio Immigrazione il trattamento in back office delle domande raccolte per i propri clienti.

    Cosa include, esattamente, il servizio offerto?

    L’assistenza di Virgilio Immigrazione include:
    • l’accesso al formulario di compilazione dei dati da parte del cliente, il quale vi deve inserire le informazioni necessarie all’inoltro della domanda di regolarizzazione;
    • la creazione di un account a nome del datore di lavoro presso il Ministero dell’Interno;
    • la creazione di una casella e-mail dedicata sul server di Virgilio Immigrazione;
    • il trattamento della domanda di regolarizzazione in base ai dati forniti dal cliente e l’inoltro telematico della stessa allo Sportello Unico Immigrazione;
    • l’inoltro alla casella elettronica del cliente, della e-mail di conferma dell’avvenuta ricezione della domanda di regolarizzazione da parte del Ministero dell’Interno;
    • l’invio alla casella elettronica del cliente, dell’attestazione dell’avvenuta presentazione della domanda di regolarizzazione disponibile sul sito del
    Ministero dell’Interno nei tempi definiti dalla circolare 07/08/2009, n.10;
    • l’invio alla casella elettronica del cliente, degli indirizzi, delle password e degli identificativi attinenti alla domanda in oggetto.

    Quanto costa?

    Il servizio di assistenza all’inoltro della domanda di regolarizzazione
    art 1 bis legge 102/2009 costa 92,67 euro.
    Come posso contattare Virgilio Immigrazione? Per qualunque informazione o necessità puoi rivolgerti ai recapiti seguenti:

    virgil@virgilioimmigrazione.it
    Tel 0363 19 25 105
    Fax 0363 19 20 113
    Cell 392 09 13 480

Rispondi

  • Facebook
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: