L’AMMI: Obiettivi, organizzazione, partner e progetti

ASSOCIAZIONE MULTIETNICA DEI MEDIATORI INTERCULTURALI  – A.M.M.I.,  nasce nel 2005 su iniziativa di un gruppo di mediatori interculturali di diverse province del Piemonte. Unendo le loro esperienze, competenze e percorsi di vita, hanno creato un team di lavoro che vede presenti tutte le etnie residenti sul territorio regionale e che si pone come obiettivo chiave l’apertura di nuovi spazi di impiego per la mediazione interculturale.

L’associazione ha lo scopo di favorire, facilitare, aiutare e promuovere l’interazione e l’inserimento dei migranti nel territorio, tramite il servizio di mediazione interculturale (intesa come accompagnamento, interpretariato, facilitazione nei rapporti che il migrante ha con i soggetti  pubblici,  privati e i cittadini nativi).

Leggere lo Statuto dell’Associazione AMMI

 

1. Attività

2. Direttivo

3. Soci

4. Progetti

5. Partner

 

1. Attività

L’attività dell’Associazione si articola nelle seguenti  aree d’intervento:

  • accoglienza richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale
  • politiche di inclusione dei rom, sinti e camminanti
  • educativo-scolastica
  • socio-assistenziale
  • formativa
  • sanitaria
  • giuridico-amministrativa
  • lavorativa
  • cooperazione internazionale
  • rappresentanza sindacale
  • minori stranieri non accompagnati
  • vittime della tratta
  • sostegno a occupazione
  • previdenza sociale
  • dialogo interreligioso

L’Associazione promuove:

  • L’inserimento della figura in nuovi ambiti professionali
  • La collaborazione con altre associazioni ed enti
  • La creazione di servizi di sostegno sociale e di accoglienza per favorire un inserimento proficuo dei migranti e delle loro famiglie nella società di accoglienza
  • L’educazione allo sviluppo sostenibile, alla pace, all’interculturalità e all’antirazzismo
  • L’attività di formazione a tutti i livelli (universitari, scolastici, professionali, ecc.)
  • Lo studio e la progettazione per la realizzazione di programmi di cooperazione internazionale
  • La partecipazione  e  la promozione dell’aiuto, della  solidarietà, della  fratellanza fra i popoli, finalizzata alla realizzazione di progetti di sviluppo
  • La valorizzazione dell’espressione del pensiero e della produzione culturale dei cittadini stranieri
  • L’informazione e la ricerca sui temi dell’integrazione

 

2. Direttivo A.M.M.I.

Blenti Shehaj – Presidente

Natasha Zelnicka – Vice Presidente

Veronica Ivanov – Tesoriere

Marcelin Enascut – Membro del Direttivo

 

Altre cariche e responsabilità

Ana Ciuban – Referente Comunicazione e Project Officer. Redazione sito www.mediatoreinterculturale.it

Michele Grisoni – Socio onorario/coordinatore area Standard Formativi dei Mediatori Interculturali

 

3. Soci dell’AMMI

Possono essere soci tutte le persone fisiche che condividono gli scopi e gli obiettivi dell’Associazione e le persone giuridiche interessate all’attività dell’Associazione stessa e che aderiscono agli scopi associativi (associazioni, istituzioni pubbliche o private, gli enti di qualsiasi natura).

Si diventa soci presentando domanda di ammissione scritta, sostenuta da almeno due soci aventi diritto di voto, all’esame dell’Assemblea la quale con propria delibera la accoglie o la respinge. La domanda può essere inviata al seguente indirizzo e-mail:   direttivo@mediatoreinterculturale.it

 

4. Progetti dell’AMMI

Progetto MediaTo

L’iniziativa, sostenuta dalla Compagnia di San Paolo e promossa dall’ Osservatorio sull’Immigrazione in Piemonte – IRES Piemonte e dall’ASGI (Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione) in collaborazione con l’A.M.M.I. (Associazione Multietnica Mediatori Interculturali)ha l’obiettivo di migliorare la qualità e l’accessibilità delle informazioni per i cittadini stranieri e per gli operatori in relazione con utenti stranieri.

In particolare si pone l’obiettivo di accrescere la formazione tecnico giuridica e l’aggiornamento dei mediatori culturali attivi sul territorio della Provincia di Torino e di promuovere la creazione di una comunità di pratiche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie e di prassi innovative di scambio di informazioni.

Leggi tutto

 

Progetto In.Media.Res

Il Progetto intende affrontare le difficoltà di inserimento e di inclusione scolastica di minori con cittadinanza di Paesi terzi di recente arrivo a Torino o che necessitino di sostegno nel loro percorso di istruzione e di costruzione di un’identità che tenga conto in positivo delle loro diverse appartenenze. Il progetto riguarda l’anno scolastico 2013/2014.

Il Progetto vuole porre le basi per superare la concezione che la mediazione interculturale sia una mera prestazione, linguistica e/o culturale, anziché un processo per ampliare le capacità di inclusione nella comunità di accoglienza

Leggi tutto

Potrebbe interessarti anche:   Minori stranieri e diritto all’istruzione e alla formazione professionale (link)

 

Progetto RMI Piemonte – Rete Mediazione Interculturale regionale

Il progetto R.M.I. Piemonte – Rete Mediazione Interculturale regionale, vede protagonista l’associazione A.M.M.I. (Associazione Multietnica Mediatori Interculturali) insieme ai partner, in un’azione che coinvolge tutto il mondo della mediazione regionale con l’obiettivo di formalizzare, strutturare e rafforzare la rete dei soggetti che operano in quest’ambito sul territorio e soprattutto di valorizzare la rete informale che da sempre esiste tra i mediatori.

Leggi tutto.

 

Il dialogo interreligioso e la mediazione interculturale – Progetto D.I.R.

Il progetto D.I.R. si colloca nel contesto generale della progettazione di ricerca valoriale in ambito religioso e spirituale di tipo non teologico ma prevalentemente spirituale.

Leggere tutto.

 

Formazione in materia previdenziale con Inps regionale Piemonte

L’associazione A.M.M.I., in collaborazione con Inps, ha organizzato un corso di formazione in materia previdenziale rivolto a un gruppo di mediatori culturali. Al percorso formativo, hanno partecipato anche operatori e mediatori in servizio presso i Centri per l’Impiego della Provincia di Torino, quelli di Caritas Migranti e del gruppo Abele.

Leggere tutto. 

 

5. I nostri partner

Collaboriamo/abbiamo collaborato con …

  • Ires Piemonte
  • Inps Regionale Piemonte
  • Inps Provinciale Cuneo
  • Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione (ASGI)
  • Comitato Collaborazione Medica (CCM)
  • Associazione Asai
  • Cooperativa Terremondo
  • Cooperativa Sociale Progetto Tenda
  • Ufficio Pastorale Migranti (UPM)
  • Associazione Ero Forestiero – Vigevano
  • Protezione Civile  Provincia di Cuneo
  • Protezione Civile di Fossano
  • Ufficio Mondialità Città di Torino
  • Federazione Logopedisti Italiani Piemonte (FLI Piemonte)
  • Servizi Socio Assistenziali – Città di Vercelli
  • SSF Rebaudengo
  • SFEP (Comune di Torino)
  • Fondazione Piazza dei Mestieri
  • Agenzia Formativa Immaginazione e Lavoro
  • EDISU Piemonte
  • Fondazione Casa di Carità Arte e Mestieri
  • Cattedra Sociologia del Terzo Settore – Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Torino
  • Consorzio Intercomunale Servizi Sociali (C.I.S) di  Ciriè.

 

 

  • Facebook