Intervista

6 Marzo 2018

Ahmed Osman, Alessandria. “Il mediatore Interculturale, figura chiave per la convivenza”

Ahmed Osman è un cittadino attivo italo-egiziano. Il suo lavoro è da sempre legato a temi sociali e, in particolare, si occupa di immigrazione e accoglienza. Come Mediatore Interculturale qualificato lavora dal 2004 nelle Province di Alessandria e di Asti.

21 Febbraio 2018

Intervista, Pape Diaw: “La mediazione in piazza” una esperienza replicabile in tutta Italia.

Intervista con Pape Diaw, storico mediatore e attivista Italo-senegalese in Toscana, sull'esperimento di mediazione di piazza portato avanti a Sesto Fiorentino, sulla situazione attuale e su come la mediazione interculturale, se incoraggiata, potrebbe portare a concreti miglioramenti nelle relazioni sociali.
9 Febbraio 2018

Alle origini della mediazione interculturale in Italia: Intervista a Ainom Maricos:

Ainom Maricos non pratica il mestiere della mediazione interculturale, ma è una delle persone più conosciute nell'ambito della mediazione e dei servizi per l’immigrazione a Milano e in tutta Italia. Eritrea di origine, è attiva nell'ambito dell'accoglienza e dei diritti dei migranti da moltissimo tempo.
19 Dicembre 2017

Roma. L’Ospedale San Giovanni apre un servizio di mediazione interculturale

Presso il Servizio per i pazienti Stranieri del San Giovanni di Roma è attivo, da novembre 2017, un sevizio di mediazione interculturale per pazienti di varie origini. Un prezioso aiuto, disponibile tutte le mattine e anche su prenotazione.
12 Dicembre 2017

Sanità al femminile: la mediazione interculturale, un servizio da “Bollino Rosa”

Ai Bollini Rosa 2016/17, la distinzione conferita dall'Onda agli ospedali italiani più "vicini alle donne", tta i criteri rietnuti rilevanti, la disponibilità di un servizio di mediazione interculturale. il perchè nell'intervista con la Coordinatrice Area Ricerche, Bollini Rosa.
30 Novembre 2017

Intervista al Prof. Foad Aodi, Presidente AMSI, su sanità e convivenza multiculturale

Una intervista al presidente dell'Amsi, sul come cambia il diritto universale alla salute in una era di frontiere chiuse e società sempre più multiculturale.
23 Maggio 2017

Festival Panafricano 2017 (25-28 maggio), tra il protagonismo della diaspora africana e la contaminazione culturale dei torinesi

Al via la IV edizione del Festival Panafricano di Torino che si svolgerà dal 25 […]
1 Novembre 2015

Marcia Hadad, Torino. “La professione ha bisogno di riconoscimento e standard formativi nazionali”

Una decennale esperienza nel campo del contrasto alla violenza verso le fasce più deboli della popolazione immigrata (donne, minori, disabili, ecc). Si è occupata di progetti riguardanti la prostituzione e la tratta delle donne e attualmente collabora con l’Ufficio Minori del Comune di Torino. Una chiacchierata con Marcia Hadad: conosciamo meglio una figura chiave della mediazione oggi a Torino.
20 Luglio 2015

Mamoudou Kaba: il mediatore che ha incontrato Papa Francesco

Penso che presto venga riconosciuta come professione, perchè non è possibile considerarla come una parte all'interno di un determinato servizio. No, la mediazione è proprio un servizio a parte e non è marginalizzabile.
  • Facebook