Una condanna per stalking aggravato dal razzismo

Si è concluso ieri il processo con rito abbreviato nei confronti di Maria Santa Larcara, che con il suo razzismo aveva costretto la famiglia marocchina a trovare un’altra abitazione in affitto, abbandonando per disperazione la casa di proprietà.

Perché ogni volta che percorrevano le scale ed arrivavano al piano della siciliana ricevevano una sfilza di insulti senza motivo.

La donna non aveva pietà nemmeno dei bambini di uno e 5 anni, e quando li vedeva gli faceva il segno della gola tagliata e gli aizzava il cagnolino contro.

I bimbi erano terrorizzati, e il più grande aveva cominciato ad avere incubi e a bagnare i pantaloni.

Leggi tutto l’articolo

Numero di visite per questo post: 11458

Rispondi

  • Facebook
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: