Promuovere e attuare i diritti di cittadinanza e umani delle bambine/i e delle ragazze/i

Corso di formazione e ricerca/azione a per Insegnanti delle Scuole di ogni ordine e grado, Operatori Socio – Sanitari e delle Associazioni

Il corso intende promuovere la conoscenza e l’attuazione dei Diritti dei Minori, già recepiti nelle Convenzioni Internazionali e dall’attuale legislazione, nella prassi quotidiana dei servizi socio sanitari ed educativi. La fruizione dei diritti da parte dei minori sottointende infatti la partecipazione dei Servizi ad essi rivolti in modo effettivo, non occasionale e soprattutto consapevole. Le trasformazioni sociali avvenute nel nostro Paese, hanno portato con sé profondi stravolgimenti nei comportamenti e nelle dinamiche comunicative che non consentono di temporeggiare in merito all’attuazione di strategie tese a tutelare i diritti dei più deboli. Viceversa si rischia, lasciando sulla carta proclami di equità sociale, di dovere fronteggiare emergenze sempre più frequenti e difficilmente arginabili con interventi episodici poco incisivi sui comportamenti. Il corso, in ragione di ciò si svilupperà attraverso percorsi laboratoriali tesi a dare ad insegnanti ed operatori le conoscenze e gli strumenti metodologici per promuovere, negli ambiti di loro competenza, la percezione, la difesa e la promozione dei diritti dei minori. Contestualmente si cercherà di incentivare lo sviluppo di un glossario comune al fine di valorizzare il lavoro coordinato di Strutture e Servizi. I temi trattati nei laboratori, seppur attinenti alle relazioni frontali, saranno prevalentemente orientati allo sviluppo di buone prassi in merito al diritto prioritario del Minore: il diritto alla salute, intesa come benessere fisico/psichico/sociale, e a ciò che ad esso si contrappone: la violenza. Nel rapporto violenza e salute, elaborato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (d’ora in poi OMS) nel 1999, emerge che la violenza è uno dei più gravi attentatori del diritto alla Salute. Qualche anno dopo, nel 2006, l’O.N.U. ha pubblicato un rapporto sulla violenza ai Minori, dove vengono individuati i vari ambiti in cui essa viene esercitata ed in primis la famiglia e la scuola. In stretta connessione al rapporto violenza/salute, verrà trattato come tema conduttore e trasversale a tutte le casistiche analizzate il diritto all’ascolto in quanto, come afferma la Convenzione O.N.U., I minori devono poter esprimere il loro parere nell’ambito di ogni dibattito e di ogni decisione che li riguarda. In generale quindi nei laboratori verranno trattati, forzatamente attraverso “particolari” e “limitati” aspetti le asserzioni contenute negli articoli 12, 19 e 24 della Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti del Fanciullo (20 novembre 1989), recepita dall’Italia con Legge n. 176/1991. L’attività relativa alle relazioni frontali sarà aperta a quanti, operatori della scuola, dei servizi delle associazioni dedicate e famiglie, vorranno partecipare. Particolare attenzione verrà prestata alle componenti genitori e studenti, che, nell’ambito dei dibattiti, potranno confrontarsi con gli esperti e portare le loro esperienze e i loro suggerimenti. PROGRAMMA Il corso si articola in 40 ore, 22 di relazioni frontali, 12 di laboratorio e 6 di discussione plenaria dei prodotti dei diversi gruppi di lavoro. Le giornate di formazione saranno 6 della durata di 6/6.30 ore (3/4 di relazione, 2 di laboratorio, 1 di condivisione plenaria). I partecipanti, previsti nel numero massimo di 90, al termine delle ore frontali si divideranno tutti e alternativamente in 6 laboratori. Il corso avrà frequenza settimanale, si terrà ogni lunedì a partire dal 15 ottobre 2007 per concludersi il 19 novembre 2007 e svilupperà il seguente programma: PRIMO INCONTRO – lunedì 15 ottobre 2007 Mattina dalle 9.00 alle ore 13.00 Coordina: Dott.ssa Silvana ColliniApertura: Dott. V. Viglione (Dirigente U.S.P.) – Ass Dott.ssa M. G. Cuccuru – Dott. C. Ferri (Prefetto di Ferrara) – Prof. A. Rubini (UNICEF Ferrara) 9.30 – 10.30 Prolusione introduttiva – Dott. Enrico Calamai (console italiano in Argentina durante la dittatura militare) – I Diritti umani oggi 10.30 – 11.30 -Prof. Luigi Fadiga – (Università LUMSA di Roma, Direttivo Associazione Magistrati per i Minori e la Famiglia) – I Diritti dei Minori nelle Convenzioni internazionali e nelle prassi11.30 – 13.00 – Prof.ssa Anita Gramigna (Università di Ferrara) – L’azione formativa delle organizzazioni non governative e l’educazione alla pace Pomeriggio dalle ore 14.00 alle ore 17.30LABORATORI dalle ore 14.00 alle ore 16.00PAUSADISCUSSIONE PLENARIA dalle ore 16.30 alle ore 17.30 SECONDO INCONTRO – lunedì 22 ottobre 2007 Mattina dalle 9.00 alle ore 12.30 9.00 – 9

.30 Intervento Dott.ssa Francesca Racioppi ( O.M.S. Europa)9.30 – 10.30 Prof.ssa Cristiana Fioravanti (Università di Ferrara) – Dalla Dichiarazione dei Diritti del fanciullo alla Convenzione sui Diritti dei Minori:il ruolo delle Nazioni Unite11.00 – 12.30 Prof. Giovanni De Cristofaro- (Università di Ferrara) – Esercizio della potestà genitoriale e diritto all’autodeterminazione del minore Pomeriggio dalle ore 14.00 alle ore 17.30LABORATORI dalle ore 14.00 alle ore 16.00PAUSADISCUSSIONE PLENARIA dalle ore 16.30 alle ore 17.30 TERZO INCONTRO – lunedì 29 ottobre 2007Mattina dalle 9.00 alle ore 12.30 9.00 – 10.30 Prof. Luigi Fadiga – La Convenzione europea per l’esercizio dei diritti dei Minori11.00 – 12.30 Dott. Francesco Milanese (Pubblico Tutore dei Minori del Friuli – Venezia Giulia)Le sfide dei bambini alla cultura degli adulti Pomeriggio dalle ore 14.00 alle ore 17.30LABORATORI dalle ore 14.00 alle ore 16.00PAUSADISCUSSIONE PLENARIA – dalle ore 16.30 alle ore 17.30 QUARTO INCONTRO – lunedì 5 novembre 2007Mattina dalle 9.00 alle ore 12.30 9.00 – 10.30 Prof.ssa Cristiana Fioravanti – L’adattamento in Italia agli obblighi previsti dalle convenzioni Internazionali11.00 – 12.30 – Prof. Marco Righetti (Docente Ist. Istr. Sup. “Guido Monaco da Pomposa” di Codigoro) – Diritti e soprusi: la difficile condizione infantile Pomeriggio dalle ore 14.00 alle ore 17.30LABORATORI dalle ore 14.00 alle ore 16.00PAUSADISCUSSIONE PLENARIA dalle ore 16.30 alle ore 17.30 QUINTO INCONTRO – lunedì 12 novembre 2007Mattina dalle 9.00 alle ore 13.00 9.00 – 10.30 Prof.ssa Cristiana Fioravanti – Il ruolo dell’Operatore e dell’Insegnante nell’assicurare il rispetto degli obblighi posti dalla Convenzione di New York e di quelle Europee L’importanza del ruolo svolto dall’UNICEF e dalle altre organizzazioni per il monitoraggio degli obblighi internazionalmente assunti 11.00 – 12.00 Prof. Marco Righetti – Il diritto al successo formativo come esercizio democratico della differenza 12.00 – 13.00 Prof.ssa Wanda Formigoni (Università di Ferrara) – La scuola nella costruzione dell’ identità sociale del minore: dall’Educazione Civica all’Educazione alla convivenza civile PAUSAPomeriggio dalle ore 14.00 alle ore 17.30LABORATORI dalle ore 14.00 alle ore 16.00PAUSADISCUSSIONE PLENARIA dalle ore 16.30 alle ore 17.30 SESTO INCONTRO – lunedì 19 novembre 2007Mattina dalle 9.00 alle ore 12.30 LABORATORI dalle ore 9.00 alle ore 11.00DISCUSSIONE PLENARIA dalle ore 11.30 alle ore 12.30 PAUSAPomeriggio dalle ore 14.00 alle ore 17.30Coordina Dott. Andrea Pinna TAVOLA ROTONDA – La convenzione O.N.U. del 1989 e le sfide del presentePartecipano:Dott. G. Sateriale Sindaco di FerraraComm. P. G. Dall’Acqua – Presidente della Provincia di FerraraAvv. T. Tagliani – Pres. Comm.ne Cons. Politiche della Salute e Sociali – Reg.-E.R.Dott. M. Millo – Pres. Tribunale per i minorenni di BolognaDott. M. F. Savina – Questore di FerraraDott. V. Viglione – Dirigente USP di FerraraDott. R. Salvan – Direttore Generale UNICEF –ItaliaRappresentante di Amnesty International di Ferrara LABORATORI I laboratori verteranno su sei tematiche tutte riconducibili al Diritto del Minore al benessere sia fisico che psichico:Tutto normale: bulli, vittime e spettatori- – Il minore di fronte alle relazioni disfunzionali in ambito istituzionale : il bullismo a scuola – Tutor Dott.ssa Elena Buccoliero – PROMECOTi do’ i miei occhi – La violenza in famiglia – Il minore di fronte alle relazioni familiari disfunzionali: la violenza assistita – Tutor Dott.ssa Gloria Soavi , Psicologa responsabile del Centro Provinciale Antiabusi AUSL – A.s.c. Cristina Boato, Assistente Sociale Coordinatrice Centro Provinciale Antiabusi

“Corpi estranei”: Discorsi sull’alterità e l’accoglienza dei minori “stranieri”

nei contesti scolastici – Tutor Dott.ssa Laura Lepore, Antropologa Il fiore rosazzurro la possibile ricaduta pratica di azioni dirette a offrire pari opportunità: da indicazioni di metodo alle possibili piste di collaborazione finalizzate a questo obiettivo, valorizzando l’apporto di ciascun ruolo professionale. – Tutor Dott.ssa Francesca Fabi CD/lLEI Comune di BolognaCittadinanza attiva – il valore della partecipazione e del protagonismo dei minori nell’ottica di una cittadinanza attiva. Creare reti nell’Amministrazione e nella comunità – Tutor Dott.ssa Anna Rosa Fava – Responsabile U.O. Città BambinaSportello di Lucy –. Tecniche e strategie per l’ascolto del minore -Interazione fra servizi (i diversi ruoli degli Operatori e degli Insegnanti) – Tutor Dott.ssa Maria Teresa Biancardi, Psicologa Psicoterapeuta, consulente della Regione Emilia Romagna I laboratori saranno frequentati a rotazione da tutti i partecipanti. Saranno composti da quindici corsisti aggregati in modo eterogeneo, operatori e insegnanti. Attraverso la mediazione di un Tutor, in essi verranno sviluppate attività volte a dare agli operatori e agli insegnanti, intesi nel loro insieme come Equipe pedagogico socio – sanitaria – educativa, gli strumenti per prevenire discriminazioni e promuovere l’esplicarsi effettivo dei diritti. Ogni corsista sarà dotato degli opportuni materiali di supporto e interagirà con gli altri su casi concreti nella simulazione di un contesto operativo. Al termine di ogni laboratorio i corsisti produrranno un documento di proposte da condividere in discussione plenaria.Gli elaborati, così prodotti, verranno raccolti in un volume in diffusione dal gennaio 2007 (manuale delle buone pratiche)Alla realizzazione dei laboratori concorreranno esperti, nella veste di tutor, dei singoli temi trattati. Al termine del corso verrà compilato, a cura di ciascun corsista, un questionario di valutazione del corso (gradimento).Al fine di rendere più articolato e costruttivo il progetto, ai lavori saranno invitati un gruppo di studenti delle classi quinte dell’indirizzo Sociale dei Licei delle scuole ferraresi, già da tempo impegnati nello studio dell’attuazione dei Diritti.

 

Progettazione e coordinamento scientifico

Dott. Andrea PinnaDott.ssa Silvana Collini

 

 

Numero di visite per questo post: 982

Rispondi

  • Facebook
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: